Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg
  • Aogoi
  • Notiziario
  • Iniziativa AOGOI. Counselling e IVG. Qual è il punto di vista della donna?

Iniziativa AOGOI. Counselling e IVG. Qual è il punto di vista della donna?

14 Luglio 2016

 

Per aderire al progetto e partecipare alle riunioni contatta la Segreteria AOGOI.

 

Il fenomeno delle interruzioni volontarie di gravidanza (IVG) ripetute, cioè della richiesta di IVG in pazienti che già in precedenza hanno interrotto volontariamente una gravidanza, è molto rilevante nel nostro Paese. La causa della ripetizione delle IVG può essere ricondotta all’inadeguatezza del counselling contraccettivo ricevuto in occasione del precedente ricovero o all’adozione di un metodo contraccettivo non appropriato.

Con questo progetto, attivo dal 30 giugno al 30 novembre di quest’anno, AOGOI intende intraprendere uno studio osservazionale multicentrico allo scopo di valutare la qualità del counselling sulla contraccezione da parte degli operatori sanitari che assistono le pazienti che richiedono IVG. Attraverso questa iniziativa sarà possibile verificare se le strutture sanitarie che praticano l’interruzione volontaria di gravidanza propongono un adeguato counselling contraccettivo, finalizzato alla scelta del metodo più appropriato e sicuro per ogni donna e alla tempestività del suo utilizzo, fin dal giorno dell’intervento. Obiettivo secondario del progetto è quello di verificare le scelte contraccettive delle pazienti, in base all’età, alla storia ostetrica e ginecologica e alle condizioni socio-economiche.

La qualità del counselling verrà valutata attraverso l'analisi di questionari anonimi sottoposti alle donne che parteciperanno allo studio che saranno distribuiti all’inizio dello studio e per un periodo di tre mesi.

Tutte le donne che richiedono una IVG presso i centri che aderiscono all’iniziativa saranno invitate -al momento del ricovero- a partecipare allo studio. In particolare, saranno invitate a compilare un questionario anonimo sulle loro conoscenze rispetto ai metodi contraccettivi e sul counselling contraccettivo ricevuto durante il ricovero, nonché su quelle che saranno le loro scelte contraccettive nel  post IVG.

Le donne che accetteranno di partecipare dovranno firmare il consenso informato di adesione allo studio e, in quella fase, riceveranno il questionario.

La partecipazione allo studio da parte delle donne richiederà la compilazione del questionario in forma anonima che dovrà essere depositato al momento delle dimissioni in una cassetta chiusa presente presso la struttura. Nel corso dello studio, la casetta che conterrà i questionari sarà aperta due volte:  la prima volta dopo 45 giorni dall’inizio della ricerca e la seconda al termine dei tre mesi di raccolta dei questionari.

Sulla base dell’analisi dei questionari verranno organizzati da parte dell’AOGOI eventi formativi sul tema e sarà distribuito del materiale informativo sulla contraccezione nel post-IVG indirizzato alle donne e ai medici.

In sintesi:

Studio osservazionale prospettico sull’adeguatezza percepita dalla donna  del counselling contraccettivo nel post interruzione volontaria di gravidanza (dal 30 giugno al 30 novembre 2016)

Promotore:  AOGOI - Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani

Sperimentatore  principale: dr.ssa Silvia von Wunster, UO Ginecologia e Ostetricia, Ospedale di Alzano Lombardo.

 

Per saperne di più, leggi il Protocollo di studio
Per aderire al progetto e partecipare alle riunioni contatta la Segreteria AOGOI via email aogoi@aogoi.it o telefonicamente al numero 02 29525380

menu
menu