Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg
  • Aogoi
  • Notiziario
  • Fertility day. Passo indietro di Lorenzin sulla campagna: “Rifaremo tutto gratis”. Ma rimarca: “Finalità era buona”

Fertility day. Passo indietro di Lorenzin sulla campagna: “Rifaremo tutto gratis”. Ma rimarca: “Finalità era buona”

2 settembre - Lo ha dichiarato il ministro della Salute ospite in studio oggi alla trasmissione di La 7 L'aria d'estate, a seguito delle critiche suscitate dalla campagna ministeriale. "C'è confusione generale sul tema: da una parte ci sono e questioni riguardanti il tema della natalità e della sessualità, mentre dall'altra c'è la fertilità che riguarda la salute delle persone. Quello che a noi interessa è far passare il messaggio di come proteggere la salute riproduttiva delle coppie". 

 

"La campagna è sbagliata ma la finalità era buona: il problema è confondere natalità e fertilità, la fertilità è salute. Abbiamo speso 28mila euro per le cartoline, rifaremo la campagna gratis" sono le parole del ministro della salute Beatrice Lorenzin, ospite in studio oggi alla trasmissione di La 7 L'aria d'estate, dopo che la campagna ministeriale sul Fertility Day ha suscitato critiche pesantissime.

"La sintesi di Renzi- ha sottolineato il ministro - ha reso plastica una confusione generale: si confonde il tema della natalità e della sessualità, con quello della fertilità. Da una parte ci sono le questioni che riguardano le politiche della natalità, che mi vedono piena sostenitrice, e qui va evidenziato che l'Italia non ha mai fatto una vera politica a sostegno della coppia e della genitorialità, mentre dall'altra c'è la fertilità che riguarda la salute delle persone. C'è dunque un grande tema, che noi vogliamo portare avanti con questa iniziativa, che è quello di come proteggere la salute riproduttiva delle coppie italiane".

"Quanto alle cartoline, voglio innanzitutto dire che la campagna è dedicata sia a uomini che a donne. L'intenzione di chi ha fatto queste immagini non era assolutamente quella di offendere. Non è piaciuta? La facciamo nuova e la rifaremo gratuitamente. L'importante non sono di certo le cartoline ma far passare quei principi importanti di salvuaguardia della salute e della fertilità", conclude Lorenzin. 

Secondo quanto riporta l’Ansa la nuova campagna sul Fertility day in corso di riscrittura al Ministero della Salute (dove questa mattina si è svolta la prima riunione per riprogrammare la comunicazione in occasione della giornata del 22 settembre), sono “molte le proposte arrivate anche spontaneamente da alcuni fotografi che hanno mandato al Ministro alcune immagini per una campagna alternativa a quella che è stata già cancellata. La nuova campagna, si è appreso, non utilizzerà più le cartoline ma punterà ad una comunicazione più medica: informazioni chiare di salute sulla fertilità che saranno aiutate anche da grafiche per rendere i concetti più comprensibili”.

 

menu
menu