Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg
  • Aogoi
  • Notiziario
  • I posti letto non vanno più “di moda” in Europa: negli ultimi 6 anni 160 mila in meno. Ma la Germania ne ha comunque il triplo dell’Italia

I posti letto non vanno più “di moda” in Europa: negli ultimi 6 anni 160 mila in meno. Ma la Germania ne ha comunque il triplo dell’Italia

24 novembre - Tra il 2008 e il 2014, il numero di posti letto negli ospedali della Ue28  è sceso da 2.81 a 2.65 milioni, una diminuzione del 5,9%. Italia tra i paesi con il minor numero di letti ospedalieri (331 per 100 mila abitanti), ma pure sui pl per l’assistenza residenziale siamo tra gli ultimi del gruppo. Germania il paese con più posti letto (823 per 100mila abitanti). I NUMERI EUROSTAT 

Il taglio dei posti letto ospedalieri non riguarda solo l’Italia come abbiamo più volte evidenziato, ma riguarda tutto il continente europeo. Tra il 2008 e il 2014, il numero di posti letto negli ospedali nell'UE-28 è sceso da 2.81 a 2.65 milioni, una relativa diminuzione del 5,9%, tradotto 160 mila posti in meno. Nel 2014, più di tre quarti (76,0%) di tutti i posti letto in UE-28 ospedali sono stati per gli acuti, 14,0% per l'assistenza riabilitativa e per il restante 10,0% per l'assistenza a lungo termine e per altri scopi. A fornire i numeri è Eurostat in un recente approfondimento in cui si evidenzia il trend di spostare l'attenzione dalle cure acute verso quelle più residenziali e a lungo termine dato l'aumento della popolazione anziana e delle cronicità. Ma i numeri in ogni caso sono a macchia di leopardo.
 
In Europa la Germania è il Paese che ha registrato non solo il maggior numero di posti letto negli ospedali (666 mila) nel 2014, ma anche il numero più alto rispetto al numero di abitanti, con 823 posti letto ospedalieri per 100.000 abitanti. Numeri alti anche per Austria, Lituania e Bulgaria che hanno registrato più di 700 posti letto negli ospedali per 100.000 abitanti. Tutti Paesi sopra la media Ue che nel suo complesso è stata di 521 posti letto ospedalieri per 100.000 abitanti. 
 
Tra i paesi con il minor numero di posti letto troviamo l’Italia (331 per 100 mila abitanti per un totale di 199mila), Danimarca, Irlanda, Spagna, Svezia e Regno Unito che hanno registrato il minor numero di posti letto ospedalieri rispetto alla dimensione della popolazione, tutti intorno ai 300 pl per 100.000 abitanti, con il numero di posti letto in Spagna che è appena al di sotto di questo livello.
 
Ma non solo letti di ospedale, nel 2014, sono stati registrati 3,1 milioni di posti letto per cure a lungo termine in strutture di assistenza residenziale. Rispetto al numero di abitanti, tra i dati disponibili (di 19 paesi), il maggior numero di letti di cura a lungo termine sono stati registrati in Svezia e Belgio con 1.300 e 1.200 per 100.000 abitanti. In totale, 13 Stati membri dell'UE hanno registrato almeno 600 posti letto di cura a lungo termine di cura e strutture di assistenza residenziale per ogni 100.000 abitanti. Al contrario, gli altri sei Stati membri per i quali sono disponibili i dati riportati meno di 400 di tali posti letto per 100.000 abitanti, con la Bulgaria (44 per 100.000 abitanti) e la Grecia (16 per 100.000 abitanti) tra i quozienti più bassi. Sotto la media anche l’Italia.
 
Luciano Fassari

menu
menu