Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg
  • Aogoi
  • Notiziario
  • Metanalisi promuove “a pieni voti” vaccino contro l’Hpv

Metanalisi promuove “a pieni voti” vaccino contro l’Hpv

20 luglio - Secondo un’analisi combinata dei dati degli studi clinici, il vaccino 9-valente (9vHPV) contro il papilloma virus umano è generalmente ben tollerato e mostra un profilo di effetti collaterali paragonabile a quello del vaccino quadrivalente HPV (qHPV). Il vaccino 9vHPV è stato sviluppato per la protezione contro i tipi di HPV già coperti dal vaccino qHPV più i cinque tipi oncogeni di HPV, più comunemente associati con il cancro del collo dell’utero. 

(Reuters Health) - Secondo un’analisi combinata dei dati degli studi clinici, il vaccino 9-valente (9vHPV) contro il papilloma virus umano è generalmente ben tollerato e mostra un profilo di effetti collaterali paragonabile a quello del vaccino quadrivalente HPV (qHPV).Il vaccino 9vHPV è stato sviluppato per la protezione contro i tipi di HPV già coperti dal vaccino qHPV più i cinque tipi oncogeni di HPV, più comunemente associati con il cancro del collo dell’utero.
 
Secondo questa recente analisi, pubblicata daPediatrics, condotta da Edson Moreira Jr. e colleghi per conto del Ministero della Salute brasiliano di Bahia, il vaccino 9vHPV ha mostrato significativa efficacia, sicurezza e tollerabilità. Moreira e colleghi hanno valutato la sicurezza e gli eventi avversi del vaccino 9vHPV in sette studi di fase 3 che hanno incluso più di 15.000 uomini e donne di età compresa tra i 9 e i 26 anni che hanno ricevuto una o più dosi di vaccino 9vHPV. In due di questi studi, più di 7.000 soggetti di controllo hanno ricevuto almeno una dose di vaccino qHPV.
 
Nell’analisi combinata, gli eventi avversi più comuni associati con il vaccino 9vHPV erano localizzati al sito di iniezione (dolore, gonfiore, eritema) o sistemici (mal di testa, febbre). In particolare gli effetti collaterali localizzati nel sito di iniezione sono risultati più comuni con il vaccino 9vHPV, rispetto al vaccino qHPV. La maggior parte di questi eventi erano di grado lieve-moderato, e le interruzioni della profilassi o i gravi eventi avversi correlati al vaccino erano rari – 0,1% con il vaccino 9vHPV e <0,1% con il vaccino qHPV. Sono stati segnalati, inoltre, sette decessi, ma nessuno di questi è stato correlato al vaccino. Infine, le proporzioni di gravidanze con esito negativo erano entro i valori riportati nella popolazione generale.

In conclusione, gli autori promuovono a pieni voti il vaccino 9vHPV rimarcandone il profilo di sicurezza e sottolineando che il vaccino 9vHPV potrebbe potenzialmente prevenire, circa il 90% dei tumori del collo dell’utero, e i tumori della vulva HPV-correlati, vaginali, anali e le verruche genitali in tutto il mondo.


Fonte: Pediatrics 2016

Reuters Staff

(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

menu
menu