Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg

Report dal X Congresso Regionale AOGOI Lombardia 2016

6 ottobre - Si è concluso a Treviglio in provincia di Bergamo il X Congresso Regionale AOGOI Lombardia organizzato dal segretario regionale dott Claudio Crescini  ed ha visto la partecipazione di oltre 400 ginecologi, ostetriche e specializzandi.

Dopo i saluti del Presidente prof. Vito Trojano, il segretario nazionale prof. Antonio Chiàntera ha introdotto i lavori presentando il rendiconto estremamente positivo dell'attività svolta fino ad oggi  dall'ufficio legale AOGOI, sevizio di recente istituzione della nostra associazione che prende in carico la gestione legale dei contenziosi che interessano i soci mettendo in campo un gruppo di legali coordinati dall'avv. Vania Cirese e un ampio gruppo di periti individuati all'interno di AOGOI.

Sono intervenuti il sindaco di Treviglio sig. Juri Imeri, il direttore generale dell'ASST Bergamo Ovest, dott.ssa Elisabetta Fabbrini, la senatrice on. Emila Di Biase presidente commissione sanità del Senato, l'on . Giacomo stucchi Presidente del COPASIR e l'on. Benedetto Fucci.

Oltre ai numerosi relatori ospedalieri provenienti da tutta Italia, significativa è stata  la presenza dei colleghi universitari i professori: Mauro Busacca, Irene Cetin, Attilio Di Spezio, Enrico Ferrazzi, Maurizio Guida, Giuseppe Loverro, Anna Maria Marconi, Carmine Nappi, Enrico Sartori e Patrizia Vergani.

Il segretario regionale dott. Crescini ha coordinato una sessione finalizzata ad illustare e discutere le possibili strategie adottabili nei nostri punti nascita per ridurre il tasso di cesarei in sicurezza ed è stato rivisto l'approccio all'assistenza al parto podalico C. Brambilla -  con un unanime accordo per l'importanza della diffusione della pratica del rivolgimento per manovre esterne.

Le numerose sessioni svolte in contemporanea in tre sale hanno trattato temi ostetrici dalla sindrome metabolica in gravidanza  al parto in ambiente non ospedaliero (N. Rovelli – E. Pellegrini- E. Colciago), dalla preeclampsia (M. Lovotti) alle più recenti tecniche di diagnosi prenatale (E. Viora), dalla cardiotocografia ( L. Danti – A. Riccardi) alla emorragia post-partum (A. Brizzi) e, infine, dalla distocia (A. Ragusa- A. Regalia) alle varie condizioni di ritardo di crescita intrauterino (F. Prefumo-A. Zanini).

All'interno del congresso si sono svolti due seminari, uno realizzato dalla società italiana di medicina perinatale (SIMP) ed uno AIUG / SIUD sui temi dell'uroginecologia.

La ginecologia è stata protagonista con sessioni dedicate alla patologia vulvare (F. Landoni – S. Viglino) con uno slide seminar didattico (G. Radici ), una sessione isteroscopica (M.G. Salerno- C. Coppola), una dedicata alla patologia da HPV (C.M. Stigliano- E. Preti ) ed una alla contraccezione (E. Arisi – A Gambera).

menu
menu