Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg
  • Aogoi
  • Notiziario
  • Vaccinazione antinfluenzale nelle donne in gravidanza. “Salvavita” di routine nel 62% dei paesi delle Americhe

Vaccinazione antinfluenzale nelle donne in gravidanza. “Salvavita” di routine nel 62% dei paesi delle Americhe

3 novembre - Le epidemie di influenza provocano da 3 a 5 milioni di casi di malattia grave e da circa 250.000 a 500.000 morti in tutto il mondo ogni anno. Nelle Americhe, tra 40.000 e 160.000 persone sono colpite annualmente dalla malattia e la maggioranza delle vittime supera i 65 anni. L'unità di immunizzazione dell'organizzazione pan-americana per la salute (Paho) e l'Ufficio Regionale dell'Oms per le Americhe hanno prodotto una guida per l’immunizzazione materna e neonatale. LA GUIDA PAHO. 

La Regione Oms delle Americhe è leader nei vaccini contro l'influenza, un problema di salute pubblica che per le madri future, i neonati e altre popolazioni ad alto rischio può significare oltre la grave malattia, complicazioni e ospedalizzazione.

In tutto, 32 dei 52 Paesi e territori della regione vaccinano le donne in gravidanza per proteggerli dall'influenza, un'infezione virale acuta che viene trasmessa da persona a persona.

Le epidemie di influenza provocano da 3 a 5 milioni di casi di malattia grave e da circa 250.000 a 500.000 morti in tutto il mondo ogni anno. Nelle Americhe, tra 40.000 e 160.000 persone sono colpite annualmente dalla malattia e la maggioranza delle vittime supera i 65 anni.

"La vaccinazione è il modo più efficace per prevenire la malattia e le sue gravi conseguenze per le donne in gravidanza, per il feto e per i neonati", ha affermato Cuauhtémoc Ruiz, capo dell'unità di immunizzazione dell'organizzazione pan-americana per la salute (PAHO) e dell'Ufficio Regionale dell'Oms per le Americhe. "I vaccini contro l'influenza sono sicuri ed efficaci, e sono utilizzati da oltre 70 anni", ha dichiarato Ruiz-Matus.

Le donne in gravidanza sono particolarmente sensibili alle complicanze dell'influenza a causa dei cambiamenti fisiologici nei sistemi cardiopolmonari e immunitari che si verificano con la gravidanza. Più grande è la donna, maggiore è il rischio di malattie gravi e ospedalizzazione a seguito di infezione da influenza. Allo stesso modo, le donne con altre malattie che contraggono l'influenza hanno maggiori probabilità di avere bisogno di assistenza intensiva. Infine, l'influenza durante la gravidanza può causare la morte fetale, la nascita prematura, il basso peso alla nascita.

 

La vaccinazione durante la gravidanza protegge invece il feto attraverso la trasmissione da parte di madre a figlio di alte concentrazioni di anticorpi. Vari studi dimostrano che il rischio di morte durante il primo anno di vita per i bambini di madri che hanno avuto l’influenza durante la gravidanza è quasi il doppio del rischio per i bambini nati da madri che non hanno avuto l’influenza.

L'Oms raccomanda la vaccinazione annuale per le donne in gravidanza in qualsiasi fase della gravidanza. Inoltre, raccomanda di vaccinare le altre popolazioni ad alto rischio contro l'influenza: bambini di età compresa tra 6 e 5 anni; adulti più vecchi; pazienti con alcune malattie come l'HIV/AIDS, asma, polmonite croniche e malattie cardiache croniche e professionisti della sanità.

L'introduzione del vaccino nelle Americhe
Nel 2015, in 40 dei 52 paesi e territori della Regione sono presenti politiche di vaccinazione contro l'influenza. Il primo paese del continente a introdurre il vaccino fu gli Stati Uniti negli anni '40, seguito da Canada e Bermuda negli anni settanta, Cile nel 1975 e dal resto del paese dagli anni '90. Nel 2004 solo tre paesi vaccinavano donne incinte, nel 2008 sette e nel 2010 diciassette.

Fu dopo la pandemia di influenza A (H1N1) del 2009, quando tra le pazienti in gravidanza è stato riscontrato un alto tasso di mortalità da malattie, che il numero di paesi che vaccinano le donne in gravidanza contro l'influenza è aumentato da 7 paesi a 32 paesi.

Nonostante la diffusa introduzione della vaccinazione antinfluenzale per le donne in gravidanza nella regione, la copertura è di circa il 59%, con grandi variazioni da paese a paese, secondo le informazioni che 19 paesi hanno fornito alla PAHO.

"Dobbiamo compiere maggiori sforzi per allargare la copertura della vaccinazione ad almeno il 95% delle donne per proteggere loro e i bambini al di sotto dei 6 mesi che non possono essere vaccinati prima di questa età", ha dichiarato Alba María Ropero, consigliere regionale PAHO / WHO sull'immunizzazione. "Questo può essere raggiunto da solidi sistemi sanitari che regolarmente includono l'immunizzazione materna come parte della cura prenatale, da parte dei professionisti della salute assumendo un ruolo più importante e promuovendo la consapevolezza dei benefici della vaccinazione nelle donne in gravidanza", ha detto.

PAHO ha pubblicato di recente una guida per l’immunizzazione materna e neonatale per l'America Latina ei Caraibi con informazioni chiave sui vaccini materni e neonatali disponibili o in sviluppo e fornisce ai paesi della Regione raccomandazioni per introdurre o ampliare l'uso di questi vaccini.

menu
menu