Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg

HPV: la vaccinazione conviene anche in età adulta

La vaccinazione anti-HPV è offerta gratuitamente a ragazze e ragazzi di 11 anni in tutte le Regioni, e in alcune di queste anche alle donne di 25 anni e alle donne trattate per lesioni pre-cancerose HPV-correlate. È inoltre prevista la possibilità di catch-up gratuito fino a età diverse, in base alle Regioni. Soprattutto nelle donne adulte, un corpo sempre più consistente di evidenze di letteratura dimostra efficacia e sicurezza della vaccinazione per tutta la durata della vita fertile.

 

Background

L’infezione da HPV è molto frequente nella popolazione: si stima infatti che fino all’80% delle donne sessualmente attive si infetti nel corso della vita1. L’infezione da HPV non conferisce purtroppo protezione contro infezioni successive. È stata infatti dimostrata la possibilità di una reinfezione con lo stesso sottotipo e/o una coinfezione con ceppi multipli di HPV2,3. L’infezione con i ceppi HPV oncogeni è possibile durante l’intero arco della vita sessualmente attiva, come risultato della riattivazione di una infezione latente acquisita in precedenza, oppure a seguito di nuovi contatti sessuali più recenti4. Inoltre, mentre molte infezioni in giovane età sono transitorie, in età adulta vi è maggiore probabilità di assistere ad una persistenza più stabile o prolungata, a causa di una clearance virale meno efficace, ponendo la donna matura a maggior rischio oncogeno. La persistenza virale è stata identificata come causa necessaria di promozione neoplastica; in caso di infezione persistente, il tempo che intercorre tra l’infezione e l’insorgenza delle lesioni precancerose è di circa 5 anni, mentre la latenza per l’insorgenza del carcinoma cervicale può essere di decenni (20-40 anni)5.   

Alcune metanalisi di letteratura e studi prospettici6-8, evidenziano la prevalenza di un primo picco di positività a 5-10 anni dal debutto sessuale e un secondo picco in donne tra i 45 e i 55 anni9. Dai dati di letteratura si evince altresì che circa il 70% delle donne oltre i 25 anni di età possono essere HPV negative e pertanto suscettibili all’infezione con ceppi HPV oncogeni, mentre le donne positive, normalmente lo sono per un solo tipo di HPV, ne consegue che si possono infettare con gli altri tipi oncogeni. 

Alla luce delle suddette evidenze, si può comprendere che la vaccinazione anti-HPV nelle donne adulte (dopo i 25 anni), ha il significato di prevenire, nelle donne precedentemente positive, nuove infezioni da tipi di HPV a cui la donna non era stata ancora esposta in precedenza. Studi clinici hanno mostrato inoltre un’efficacia significativa anche quando le analisi (intention to treat) non erano state condotte esclusivamente nelle donne HPV negative, o erano state condotte in donne precedentemente positive10-14.

 

Perché raccomandare il vaccino anti-HPV alle donne anche dopo i 26 anni

La risposta immunitaria al vaccino anti-HPV è massima nella pre-adolescenza (11-13 anni), prima del debutto sessuale, ovvero prima di una possibile esposizione al virus. Per tale motivo l’OMS raccomanda la vaccinazione nel 12° anno di età. In Italia, il PNPV, in linea con l’ACIP, raccomanda la vaccinazione anti-HPV alle ragazze tra gli 11 e i 13 anni, a partire dai 9 anni. La vaccinazione di recupero (catch up), è raccomandata per le donne fino a 26 anni che non sono state precedentemente vaccinate o che non hanno completato il ciclo vaccinale. La vaccinazione di recupero non è prevista di routine dopo i 26 anni, in quanto, a causa dell’esposizione al virus, si riduce il rapporto costo-efficacia. Tuttavia, specie in alcune situazioni particolari (donne con partner unico o non sessualmente attive), il rischio di pregressa esposizione è molto basso, pertanto la vaccinazione diventa più vantaggiosa ed è opportuno consigliarla15.  Il vaccino 9-valente offre maggiori possibilità di acquisire immunità in quanto contiene per l’appunto tipi oncogeni aggiuntivi rispetto al quadrivalente e al bivalente.

Numerosi studi dimostrano che tutti i vaccini anti-HPV sono sicuri e immunogenicamente validi fino a 55 anni, soprattutto nelle donne naïve al virus 9,16-21.

Particolarmente interessante è lo studio di fase 3 VIVIANE11, multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, che ha valutato efficacia sicurezza e immunogenicità del vaccino anti-HPV in donne di età >26 anni. Il follow up è durato 4 anni ed è stata confermata l’efficacia contro la persistenza dell’infezione o del CIN1+ correlata ad HPV 16 e 18 in tutte le fasce di età con controlli ogni 6 mesi. È stata inoltre evidenziata una significativa protezione crociata nei confronti di HPV 31 e 45.

Riteniamo pertanto importante, valutando adeguatamente caso per caso con counselling personalizzato, consigliare anche alle donne adulte il vaccino contro l’infezione da HPV, che rimane la forma più efficace di prevenzione primaria nei confronti di un tumore molto aggressivo.

 

Carlo Maria Stigliano

 

Realizzato con il contributo non condizionato di MSD Italia srl

Questa pubblicazione riflette i punti di vista e le esperienze degli autori e non necessariamente quelli della MSD Italia srl.

 

Fonti

  1. Guo F, et al. Comparison of HPV prevalence between HPV-vaccinated and non-vaccinated young adult women (20–26 years). Human Vaccines & Immunotherapeutics. 2015; 11 (10): 2337—2344
  2. Carter JJ, et al. Comparison of human papillomavirus types 16, 18, and 6 capsid antibody responses following incident infection. J Infect Dis. 2000; 181: 1911-1919
  3. Ho GYF, et al. Natural history of human papillomavirus type 16 virus-like particles antibodies in young women. Cancer Epidem Biomarkers Prev. 2004; 13:10-16
  4. Trottier H, Franco EL. The epidemiology of genital human papillomavirus infection. Vaccine. 2006; 24; Suppl 1:S1-15
  5. Frazer IH, et al. Advances in prevention of cervical cancer and other human papillomavirus-related diseases. Pediatr Infect Dis J. 2006;25: S65-81
  6. Clifford GM, et al. Comparison of HPV type distribution in high grade cervical lesions and cervical cancer: a meta-analysis. Br. J. Cancer. 2003; 89, 1: 101-105
  7. Couto E, et al. HPV catch-up vaccination of young women: a systematic review and meta-analysis. BMC Public Health. 2014, 14:867
  8. De Sanjosè S, et al. Worldwide prevalence and genotype distribution of cervical human papillomavirus DNA in women with normal cytology: a meta-analysis. Lancet Infect Dis. 2007; 7: 453-459
  9. Munoz N, et al. et al. Safety, immunogenicity, and efficacy of quadrivalent human papillomavirus (types 6, 11, 16, 18) recombinant vaccine in women aged 24-45 years: a randomised, double-blind trial. Lancet. 2009; 373(9679):1949-57
  10. Skinner SR, et al. VIVIANE Study Group. Efficacy, safety, and immunogenicity of the human papillomavirus 16/18 AS04-adjuvanted vaccine in women older than 25 years: 4-year interim follow-up of the phase 3, double-blind, randomised controlled VIVIANE study. Clinical Trial Lancet. 2014; 384 (9961):2213-27
  11. Future II Study Group. Quadrivalent vaccine against human papillomavirus to prevent high-grade cervical lesions. N Engl J Med. 2007;10;356(19):1915-27
  12. Mariani L, et al. Prevention of HPV cancer related through HPV-9: state of the art, potential benefits and open issues. Igiene e Sanità Pubblica. 2015; 71(6):629-50
  13. Poppe WA, et al. Why consider human papillomavirus vaccination in older women? Gynecol Obstet Invest. 2010; 70(4):237-43
  14. Audisio RA, Icardi G, Isidori AM, et al. La vaccinazione anti-Hpv universale: valore sociale, sanitario ed economico a supporto delle decisioni di sanità pubblica. Il Sole 24-ore Sanità, 2-8 dicembre 2014, pagg. 1-48
  15. Position Statement. Vaccino anti-HPV, prove di efficacia, profilo di sicurezza e copertura vaccinale in Italia. Luglio 2018
  16. Castellsague X, et al. Gynecol Oncol. HPV vaccination against cervical cancer in women above 25 years of age: key considerations and current perspectives. Gynecol Oncol 2009; 115 (3 Suppl):S15-23
  17. Joura A, et al. HPV antibody levels and clinical efficacy following administration of a prophylactic quadrivalent HPV vaccine. Vaccine. 2008; 26: 6844-6851
  18. Skinner SR, et al. Human papillomavirus vaccination for the prevention of cervical neoplasia: is it appropriate to vaccinate women older than 26? MJA 2008; 188(4): 238-242
  19. Stanley M, et al. Immune responses to human papillomavirus. Vaccine. 2006; 24 Suppl 1: S16-S22
  20. Villa LL, et al. Immunologic responses following administration of a vaccine targeting human papillomavirus 6, 11, 16 and 18. Vaccine. 2006 Jul 7;24(27-28):5571-83
  21. Jain N, et al. Human papillomavirus (HPV) awareness and vaccination initiation among women in United States. National Immunization Survey- Adult 2007. Prev Med. 2009;48(5):426-31

 

 

Vai allo Speciale Vaccinazione anti-HPV »

 

 

menu
menu