Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg

Donne in pre-menopausa, un aiuto arriva dal partner

8 luglio - Nella delicata fase di transizione alla menopausa, le donne potrebbero giovarsi dell’aiuto dei loro partner per affrontare i sintomi e condividere questa esperienza con loro senza soffrire in silenzio. È quanto emerge da una piccola inchiesta USA che ha valutato il livello di conoscenza, da parte degli uomini, dei sintomi e dell’impatto della menopausa sulla salute delle donne. 

(Reuters Health) – Se gli uomini conoscessero più a fondo i sintomi e le opzioni terapeutiche per la sindrome pre-menopausale delle proprie compagne, potrebbero offrire loro un importante supporto psicologico.
 
“A volte le donne soffrono in silenzio questa fase delicata della vita”, dice Sharon Parish del New York-Presbyterian Hospital di White Plains, New York, che ha condotto uno studio al riguardo. ”È importante che le coppie sia allineate sul piano delle informazioni e condividano le decisioni sulle opzioni di trattamento”.

Lo studio 
Parish e colleghi hanno invitato oltre 450 uomini a compilare un questionario di 35 domande per valutare la conoscenza dei sintomi menopausali e il livello di comprensione della menopausa e dei relativi trattamenti. L’indagine ha incluso anche domande sull’impatto dei sintomi della partner sull’uomo e sull’influenza che gli uomini avevano sulla gestione dei sintomi menopausali delle loro compagne. La maggior parte degli uomini che ha preso parte alla ricerca aveva tra i 50 e i 69 anni, era sposata, viveva con la propria partner nella stessa casa da più di 10 anni.

Circa la metà era consapevole dei sintomi che la loro partner manifestava regolarmente, soprattutto difficoltà a dormire e mancanza di energia. Spesso gli uomini hanno anche individuato sintomi come una scarsa libido, sbalzi d’umore, vampate di calore, irritabilità, depressione, aumento di peso e sudorazione notturna. Quando è stato loro chiesto come avrebbero descritto la menopausa ad altri uomini, il focus più comune era su stati d’animo definiti “irrazionali” o “emotivi”. Circa un uomo su sei uomini si è concentrato sui cambiamenti ormonali, l’assenza di cicli mestruali, l’incapacità di avere bambini e il cambiamento nel desiderio sessuale.

Quasi due terzi dei partecipanti hanno dichiarato di essere stati influenzati dai sintomi menopausali della partner. La maggior parte di essi ha affermato che l’impatto è stato negativo per loro, le loro partner e la loro relazione a causa di discussioni, tensioni e ridotta intimità. Allo stesso tempo, la maggioranza degli uomini pensava che le partner stessero affrontando piuttosto bene i sintomi.

Oltre il 70% degli uomini ha segnalato di aver avuto conversazioni con la partner sui sintomi menopausali e l’84% ha riferito che la partner gli ha parlato direttamente dell’entrata in menopausa. Quasi tre quarti dei soggetti ritenevano di aver esercitato un po’ o molta influenza nella decisione della partner di cercare trattamenti o modificare lo stile di vita.

Due terzi dei partecipanti al sondaggio hanno detto di essersi sentiti a proprio agio nel parlare con le partner delle opzioni di trattamento e quattro su 10 hanno suggerito opzioni alle loro partner.

Molti hanno notato che le donne erano passate a una dieta più sana, avevano cominciato a fare esercizio fisico o avevano iniziato una terapia ormonale.
“L’idea che si tratta di qualcosa che le donne devono patire senza alcuna cura è un concetto obsoleto”, conclude Parish. “Le donne non devono vergognarsi o nascondersi e tutti dovrebbero comprendere più a fondo e discutere di questi argomenti apertamente”.

Fonte: Menopause 2019
 
Carolyn Crist
 
(Versione italiana Quotidiano Sanità/Popular Science)

 

 

menu
menu