Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg
  • Aogoi
  • Notiziario
  • Elezioni Ordini solo online. Ministero Salute chiede di sospendere le elezioni in corso e invita a farle in via telematica

Elezioni Ordini solo online. Ministero Salute chiede di sospendere le elezioni in corso e invita a farle in via telematica

7 novembre - La raccomandazione, scattata per l'aggravarsi dell'epidemia Covid, contenuta in una circolare inviata a tutte le Federazioni degli Ordini sanitari dal direttore generale delle Professioni sanitarie Rossana Ugenti. L'invito riguarda gli Ordini di medici e odontoiatri, infermieri, farmacisti, veterinari, ostetriche, tecnici sanitari di radiologia medica e professioni sanitari, chimici e fisici. LA CIRCOLARE

Per tutti quegli ordini sanitari che non abbiano già svolto le elezioni per il rinnovo delle cariche arriva dal Ministero della Salute, Direzione generale delle professioni sanitarie e risorse umane del Ssn, la raccomandazione a rinviarle se previste con svolgimento in presenza oppure di effettuarle regolarmente ma in via telematica.
 
La raccomandazione è stata inviata ieri (5 novembre) con una nota a firma del Direttore generale Rossana Ugenti indirizzata alla Fnmoceo (medici e odontoiatri), alla Fnopi (infermieri), alla Fofi (farmacisti), alla Fnovi (veterinari), alla Fnopo (ostetriche), alla Fntsrm-Pstrp (tecnici sanitari di radiologia medica e professioni sanitarie) e alla Fncf (chimici e fisici).
 
“In considerazione dell'aggravarsi della situazione epidemiologica da COVID-19 e dei provvedimenti adottati e in corso di adozione che prevedono limitazioni ai movimenti in alcune aree del territorio nazionale - si legge nella nota del ministero della Salute - si raccomanda la sospensione dei procedimenti elettorali per il rinnovo degli organi direttivi degli Ordini professionali, salvo che gli Ordini medesimi possano garantire lo svolgimento delle predette elezioni con modalità telematiche, ai sensi dell'articolo 1, comma 4, del decreto del Ministro della salute 15 marzo 2018”.

 

 

menu
menu