Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg

Notiziario

  

2022

Informazioni sulla testata

Direttore editoriale
Carlo Sbiroli

Direttore responsabile
Cesare Fassari

Redazione
Arianna Alberti

Editore
Aogoi © 2021

Responsabile per AOGOI
Carlo Maria Stigliano

Editoriale di apertura

Nasce Aogoi letter. Ogni venerdì sulla tua mail tutte le notizie utili per la tua professione

Siamo lieti di presentarvi il primo numero di Aogoi letter, la newsletter che sarà inviata a tutti i ginecologi italiani con cadenza settimanale. Con questa nuova  iniziativa l’Aogoi si propone di offrire a tutti i colleghi, soci e non, uno strumento informativo agile, capace di raccogliere e soprattutto di selezionare tra la miriade di notizie e di informazioni veicolate ogni giorno dai media quelle di maggior interesse per la nostra professione.

Oltre all’attualità e alla politica sanitaria, Aogoi letter darà ampio spazio alle news di scienza, con focus sulla ginecologia e la salute materno infantile, e cercherà di animare (e possibilmente arricchire), con commenti e interviste ai vari stakeholder, il dibattito sui principali temi della salute femminile.

Ogni venerdì sul vostro computer, Aogoi letter vi terrà aggiornati sulle numerose iniziative organizzate e patrocinate dalla nostra Associazione e sui principali eventi che ruotano intorno al Pianeta Donna, cercando di seguire con occhio attento quanto accade nel panorama della ginecologia italiana e internazionale.

Strada facendo, con il vostro aiuto, cercheremo di dare sempre maggiore visibilità alle numerose iniziative promosse dell’Aogoi, con report e approfondimenti sui nostri congressi regionali, sulle iniziative di formazione e ricerca, sugli studi e le linee guida in ambito ostetrico e ginecologico elaborate sotto l’egida della Fondazione Confalonieri Ragonese, sull’attività del nostro Ufficio Legale Nazionale e sulla rete “Tutela e Prevenzione” in ambito medico legale e assicurativo che la nostra Associazione ha messo in campo con lo “Scudo Giudiziario Aogoi”.

Uno degli obiettivi che ci siamo posti con questa newsletter è quello di stabilire un rapporto più diretto e più agile con i nostri soci e più in generale con la più ampia platea di colleghi e professionisti che si occupano della salute femminile e neonatale. Nel solco di quella cultura multidisciplinare e interprofessionale che ormai connota la professione medica.

Con Aogoi letter, nuovo nato nell’editoria dell’Aogoi, vogliamo sperimentare un nuovo modo di raccontare e di raccontarci. Speriamo di riuscirci, superando indenni le eventuali defaillance della fase di rodaggio.

L’invito che rivolgo a tutti voi è di sfruttare al meglio le potenzialità di questo formidabile canale di informazione. Per farlo, seguiteci e scriveteci. Inviateci i vostri commenti e le vostre analisi per arricchire le nostre rubriche.

 

Il Direttore Editoriale                                                     Il Direttore Responsabile
Carlo Sbiroli                                                                   Cesare Fassari

Il Responsabile per AOGOI
Carlo Maria Stigliano  

 

 

Decreto fiscale. Anche la sanità privata potrà assumere gli specializzandi. Arriva un fondo da 600 mln per ripianare i deficit delle Regioni. Via libera dal Senato con fiducia. Ecco tutte le novità

Decreto fiscale. Anche la sanità privata potrà assumere gli specializzandi. Arriva un fondo da 600 mln per ripianare i deficit delle Regioni. Via libera dal Senato con fiducia. Ecco tutte le novità

3 dicembre - Il testo è passato ora all'esame della Camera. Tra le novità di carattere sanitario la possibilità anche per le strutture private accreditate appartenenti alla rete formativa di assumere specializzandi, l'istituzione presso il Mef di un fondo da 600 milioni in favore delle regioni per l'emergenza sanitaria in atto, la possibilità per Agenas di assumere 40 unità di personale e diverse novità in favore della Regione Calabria per il rientro dal dissesto finanziario. [...]

55° Rapporto Censis: “Per il 5,9% degli italiani il Covid non esiste, per il 10,9% il vaccino è inutile e per il 31,4% chi si vaccina fa da cavia”. Per le donne carico di lavoro familiare raddoppiato con la pandemia

55° Rapporto Censis: “Per il 5,9% degli italiani il Covid non esiste, per il 10,9% il vaccino è inutile e per il 31,4% chi si vaccina fa da cavia”. Per le donne carico di lavoro familiare raddoppiato con la pandemia

3 dicembre - Il Covid ha fatto emergere un pezzo d’Italia che crede nell’irrazionale: “È un sonno fatuo della ragione, una fuga fatale nel pensiero magico, stregonesco, sciamanico, che pretende di decifrare il senso occulto della realtà”, si legge nell’ultimo rapporto Censis sulla situazione sociale del Paese presentato oggi a Roma. A fronte di questo però il 77,0% degli italiani promuove il Ssn per come ha affrontato l’epidemia. Il 67,0% degli italiani ha difficoltà a pensare di poter tornare alla vita precedente (il dato arriva addirittura all’82,7% dei giovani) e il rapporto con la salute, sottolinea il Censis, è uno degli epicentri del cambiamento che il Covid-19 ha innescato nelle nostre vite. [...]

Il 2 dicembre verranno premiati i 354 ospedali “in rosa”

Il 2 dicembre verranno premiati i 354 ospedali “in rosa”

Fondazione Onda assegna i Bollini Rosa per il biennio 2022-2023 agli ospedali che offrono servizi dedicati alla prevenzione, diagnosi e cura delle principali patologie che riguardano l’universo femminile ma anche quelle che riguardano trasversalmente uomini e donne in ottica di genere. [...]

Allarme demografico Istat: “Nel 2040 più di una coppia su 5 non farà figli e tra 50 anni ci saranno 12 milioni di italiani in meno”

Allarme demografico Istat: “Nel 2040 più di una coppia su 5 non farà figli e tra 50 anni ci saranno 12 milioni di italiani in meno”

27 novembre – Nel 2070 dai 59,6 mln di residenti del 2020 si passerà ai 47,6 mln. Il rapporto tra giovani e anziani passerà di 1 a 3 nel 2050. Entro il 2040 una famiglia su quattro sarà composta da una coppia con figli e più di una su cinque non avrà figli. [...]

Covid. Nelle donne meno decessi ma più long Covid. E poi maggiore sovraccarico in famiglia e più rischio disoccupazione. Il nuovo “Libro bianco” di Onda

Covid. Nelle donne meno decessi ma più long Covid. E poi maggiore sovraccarico in famiglia e più rischio disoccupazione. Il nuovo “Libro bianco” di Onda

27 novembre - Se la letalità negli uomini resta più alta, le donne sono maggiormente suscettibili alla malattia (51%) e hanno anche il doppio delle probabilità di sviluppare il Long Covid. Inoltre subito maggiormente la pandemia in termini di “sovraccarico” di lavoro in ambito familiare, disoccupazione e violenza domestica (+74,5% delle richieste di aiuto). Questi alcuni dei dati del Libro bianco realizzato da Fondazione Onda grazie al supporto di Farmindustria. [...]

Violenza sulle donne. Anelli (Fnomceo): “Serve una rivoluzione culturale per tutelare le dottoresse”

Violenza sulle donne. Anelli (Fnomceo): “Serve una rivoluzione culturale per tutelare le dottoresse”

27 novembre - Il presidente della Fnomceo in occasione della Giornata internazionale. “Dobbiamo fissare degli obiettivi semplici e ben definiti, che possano essere racchiusi in un documento. Il vero punto di partenza è l’Osservatorio, che permette un monitoraggio dei dati e dei rischi su tutto il territorio nazionale. [...]

Covid. Fa paura la nuova variante sudafricana “Omicron”. Preoccupa l’alto numero di mutazioni

Covid. Fa paura la nuova variante sudafricana “Omicron”. Preoccupa l’alto numero di mutazioni

27 novembre - A spaventare è la variante B.1.1.529 che, per alcuni scienziati inglesi potrebbe essere "la peggiore vista da inizio pandemia". Ha 32 mutazioni nella proteina spike, circa il doppio della variante Delta. [...]

Due studi Oms-Ecdc e Iss. Grazie al vaccino evitati dai 22 ai 35mila decessi in Italia. E in Europa (33 paesi) le morti evitate sono almeno 470mila

Due studi Oms-Ecdc e Iss. Grazie al vaccino evitati dai 22 ai 35mila decessi in Italia. E in Europa (33 paesi) le morti evitate sono almeno 470mila

27 novembre - Diffusi in contemporanea i risultati di due studi, uno condotto dall’Oms Europa con l’Ecdc e l’altro dall’Istituto superiore di sanità italiano. Secondo lo studio internazionale in Italia si sono evitati 35mila morti mentre per l’Iss la stima, più conservativa, ma comunque elevata, parla di 22 mila morti evitate. Sempre in Italia evitati 445mila contagi, 79mila ricoveri e quasi 10mila ammissioni nelle terapie intensive. [...]

Il long Covid interessa 100 milioni di persone nel mondo

Il long Covid interessa 100 milioni di persone nel mondo

27 novembre - Secondo una stima dei ricercatori dell’Università del Michigan, basata sulla revisione di 40 studi condotti in 17 Paesi, sono100 milioni le persone che stanno facendo o hanno fatto i conti con il cosiddetto long Covid, con conseguenze a lungo termine sulla salute. [...]

Patologia cardiaca e tromboembolica in gravidanza. Un nuovo corso Fad dell’Italian Obstetric Surveillance System

Patologia cardiaca e tromboembolica in gravidanza. Un nuovo corso Fad dell’Italian Obstetric Surveillance System

27 novembre - Il corso, patrocinato dalle principali Federazioni e Società scientifiche di settore (Aogoi, Agui, Fnopo, Siaarti, Sic, Sigo, Simp), utilizza la metodologia del caso clinico e propone due dossier monotematici che riassumono le più recenti prove disponibili in letteratura sulle due condizioni in esame e cinque casi clinici sceneggiati. [...]

Campagna di sensibilizzazione alla donazione del sangue cordonale e delle cellule staminali emopoietiche “BIMBO DONA, PAPA' DONA - Il progetto per un “Dono di Famiglia”.

Campagna di sensibilizzazione alla donazione del sangue cordonale e delle cellule staminali emopoietiche “BIMBO DONA, PAPA' DONA - Il progetto per un “Dono di Famiglia”.

La pandemia Covid-19 ha fatto registrare una flessione del 40% sia nelle donazioni di sangue cordonale (risorsa subito disponibile per i trapianti) che nel reclutamento di donatori di midollo, a fronte di un importante aumento di trapianti effettuati: la rete donazionale e trapiantologica, fondamentale per dare opportunità di cura a chi attende il trapianto, sta entrando in crisi. [...]

Governo approva il Green Pass “rafforzato” solo per vaccinati e guariti. Terza dose obbligatoria per i sanitari e obbligo per militari, polizia, scuola e amministrativi della sanità. Dal 1 dicembre dose richiamo per tutti gli over 18

Governo approva il Green Pass “rafforzato” solo per vaccinati e guariti. Terza dose obbligatoria per i sanitari e obbligo per militari, polizia, scuola e amministrativi della sanità. Dal 1 dicembre dose richiamo per tutti gli over 18

27 novembre - Novità comunque per il green pass “base” attuale, ossia quello ottenibile anche attraverso tamponi, che resta comunque in vigore. Dal 1° dicembre via libera a terza dose anche per gli over 18. [...]

Covid. In Europa incidenza media a 14 giorni sale a 612,2 casi ogni 100mila abitanti. Cresce anche in Italia ma si ferma a 175 per 100mila. Il nostro Paese è a “moderata preoccupazione”

Covid. In Europa incidenza media a 14 giorni sale a 612,2 casi ogni 100mila abitanti. Cresce anche in Italia ma si ferma a 175 per 100mila. Il nostro Paese è a “moderata preoccupazione”

27 novembre - Pubblicato il nuovo rapporto settimanale dell'Ecdc. Nella settimana di osservazione, otto paesi sono stati classificati con una situazione “estremamente preoccupante”, 14 paesi a “forte preoccupazione” e otto paesi (Cipro, Estonia, Italia, Lituania, Malta, Romania, Spagna e Svezia) a “moderata preoccupazione”. [...]

Covid. Cosa cambia per i ‘no vax’ rispetto ai vaccinati: più infezioni, più ospedale e terapia intensiva e più decessi. Tutti i dati dell’Iss

Covid. Cosa cambia per i ‘no vax’ rispetto ai vaccinati: più infezioni, più ospedale e terapia intensiva e più decessi. Tutti i dati dell’Iss

27 novembre - Prendendo a termine di paragone la categoria più fragile, quella degli over 80, un no vax ultraottantenne ha quasi 5 volte in più la possibilità di infettarsi rispetto a una persona vaccinata entro i primi sei mesi dalla fine del ciclo vaccinale, più di 7 volte in più quella di finire in ospedale o in terapia intensiva e più di 9 volte in più quella di perdere la vita. Ma anche nelle altre classi di età il rischio per i no vax è sempre molto più alto. [...]

Lettera della Presidente

Lettera della Presidente

Carissime, carissimi, vi ricordo che il 25 novembre si celebra la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. E’ un tema che ci coinvolge come persone, come donne, come medici, come ginecologi. Non possiamo girarci dall’altra parte, non possiamo pensare “non ci tocca”. Siamo tutti coinvolti, uomini e donne, nel creare una cultura del rispetto dell’altro, che deve iniziare da subito, da bambini e ognuno di noi può dare il proprio contributo. [...]

Covid. Nella prima ondata le donne in gravidanza positive avevano minor rischio di malattia grave e morte rispetto alle altre donne positive non incinte. Ma con le nuove varianti (Alfa e Delta) il quadro peggiora e il vaccino resta sempre raccomandato. Studio Iss

Covid. Nella prima ondata le donne in gravidanza positive avevano minor rischio di malattia grave e morte rispetto alle altre donne positive non incinte. Ma con le nuove varianti (Alfa e Delta) il quadro peggiora e il vaccino resta sempre raccomandato. Studio Iss

19 novembre - Coinvolte 3.306 donne in gravidanza positive a 7 giorni dal ricovero ospedaliero, 2.550 ricoverate nel periodo del virus originario (25 febbraio 2020-31 gennaio 2021) e 756 in quello della variante Alfa (1 febbraio 2021-30 giugno 2021). [...]

Sangue cordonale. Timidi segnali di ripresa, ma i livelli di raccolta pre-Covid sono ancora lontani

Sangue cordonale. Timidi segnali di ripresa, ma i livelli di raccolta pre-Covid sono ancora lontani

19 novembre - Nei due trimestri centrali del 2021 sono 9 le banche cordonali italiane a segnare un trend positivo rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, mentre le altre dichiarano dati sostanzialmente stabili. [...]

Tumore al seno. Nel primo anno dopo la diagnosi, rischio aumentato di fibrillazione atriale

Tumore al seno. Nel primo anno dopo la diagnosi, rischio aumentato di fibrillazione atriale

19 novembre - Le donne con tumore al seno hanno maggiori probabilità di sviluppare fibrillazione atriale entro un anno dalla diagnosi della neoplasia, con un picco di incidenza dopo due mesi. E’ quanto emerge da uno studio Usa che ha valutato i dati relativi a oltre 85 mila donne con diagnosi di tumore al seno. [...]

Cancro cervice uterina. Ogni anno 300mila morti e 9 su 10 nei Paesi più poveri. La strategia per ridurre i nuovi casi del 40% in dieci anni

Cancro cervice uterina. Ogni anno 300mila morti e 9 su 10 nei Paesi più poveri. La strategia per ridurre i nuovi casi del 40% in dieci anni

19 novembre  - Il 17 novembre si è celebrato il primo anniversario del grande accordo sottoscritto da 194 Paesi sotto l’egida dell’Oms per sconfiggere il cancro alla cervice uterina. Che, come per altre patologie, ha visto una pericolosa diminuzione delle cure a seguito della pandemia Covid con il 43% dei paesi che ha segnalato l'interruzione dei trattamenti del cancro e i tassi di vaccinazione contro l'HPV dal 15% nel 2019 al 13% nel 2020. [...]

Ovariectomia. Rischio di deterioramento cognitivo lieve per chi si sottopone all’intervento in pre-menopausa

Ovariectomia. Rischio di deterioramento cognitivo lieve per chi si sottopone all’intervento in pre-menopausa

19 novembre - Sottoporsi a ovariectomia bilaterale in pre-menopausa può avere ripercussioni, nel corso degli anni, sull’aspetto cognitivo, determinandone un deterioramento sia pure lieve. Questa evidenza emerge da uno studio Usa che ha valutato oltre duemila cartelle cliniche di donne che si sono sottoposte a questo intervento. [...]

Ritenzione urinaria acuta e rischio aumentato di alcuni tumori, più negli uomini che nelle donne

Ritenzione urinaria acuta e rischio aumentato di alcuni tumori, più negli uomini che nelle donne

19 novembre - Entro tre mesi dalla diagnosi di ritenzione urinaria acuta, i ricercatori hanno rilevato un eccesso di rischio di tumore di 218 casi per 1.000 persone-anno per il tumore della prostata negli uomini e 24 casi di eccesso per 1.000 persone-anno per i tumori genitali nelle donne. L’evidenza arriva dall’esame dei dati relativi a oltre 75 mila adulti danesi. [...]

Antibiotici. Complice la pandemia i consumi nella UE (Italia compresa) scendono del 15%. Ma l’antibiotico resistenza resta un problema diffuso che uccide ogni anno 33 mila persone all’anno. Il nuovo rapporto dell’Ecdc

Antibiotici. Complice la pandemia i consumi nella UE (Italia compresa) scendono del 15%. Ma l’antibiotico resistenza resta un problema diffuso che uccide ogni anno 33 mila persone all’anno. Il nuovo rapporto dell’Ecdc

19 novembre - Il carico sanitario della resistenza antimicrobica è paragonabile a quello dell'influenza, della tubercolosi e dell'HIV/AIDS messi insieme. Il Centro europeo per il controllo delle malattie: “La diminuzione del consumo di antibiotici si è verificata principalmente nel settore delle cure primarie e può essere il risultato di una diminuzione del numero di visite di assistenza primaria, sia a causa della esitazione a cercare assistenza sanitaria per infezioni lievi autolimitanti”. [...]

Hiv/Aids. Nel 2020 dimezzate nuove diagnosi Hiv e segnalazioni casi Aids. Ma sul dato pesa l’impatto della pandemia. Ecco i nuovi dati dell’Iss

Hiv/Aids. Nel 2020 dimezzate nuove diagnosi Hiv e segnalazioni casi Aids. Ma sul dato pesa l’impatto della pandemia. Ecco i nuovi dati dell’Iss

19 novembre - Nel 2020 sono state segnalate 1.303 nuove diagnosi di infezione da HIV (nel 2019 erano 2.473) e sono stati diagnosticati 352 nuovi casi di AIDS (605 nel 2019). L’incidenza delle diagnosi da Hiv è più alta tra i 25 e i 39 anni. La quota di nuove diagnosi HIV attribuibili a maschi che fanno sesso con maschi (MSM) (45,7%) è maggiore a quella ascrivibile a rapporti eterosessuali (42,4%). [...]

Terza dose. Al 18 novembre l’avevano ricevuta in 600mila sanitari (42% del totale). In una settimana incremento di quasi il 45%

Terza dose. Al 18 novembre l’avevano ricevuta in 600mila sanitari (42% del totale). In una settimana incremento di quasi il 45%

19 novembre - Secondo l’analisi condotta da Fiaso sono state somministrate 560.741 dosi booster a operatori fra i 20 e i 59 anni, alle quali si aggiungono circa 40.000 dosi somministrate nella fascia 60-69 anni, per un totale di circa 600.000 operatori vaccinati. La platea complessiva di operatori sanitari a cui è destinato il richiamo vaccinale è di circa 1 milione 400mila unità. La scorsa settimana gli operatori con terza dose erano 415mila pari al 30% del totale. [...]

Covid. Grazie al vaccino evitati fino a giugno 12mila morti in più in Italia. Con copertura al 90% possibile la piena ripresa della vita sociale. Lo studio Kessler-Iss-Ministero della Salute

Covid. Grazie al vaccino evitati fino a giugno 12mila morti in più in Italia. Con copertura al 90% possibile la piena ripresa della vita sociale. Lo studio Kessler-Iss-Ministero della Salute

19 novembre - Grazie alla vaccinazione è stato possibile riprendere circa la metà dei contatti sociali esistenti prima della pandemia che, senza vaccini, si sarebbero potuti riavviare solo per un terzo con il costo aggiuntivo di circa 12.100 morti in più tra il 27 dicembre 2020 e il 30 giugno 2021. Lo studio sottolinea in proposito che una piena ripresa della vita sociale sarà però possibile solo con una copertura del 90% della popolazione (compresi i bimbi dai 5 anni in poi) con vaccini mRNA. [...]

Monitoraggio Covid. Incidenza nuovi casi arriva vicino a quota 100: questa settimana siamo a 98  ogni 100mila abitanti. Stabile a 1,2 l’Rt. Ancora nessuna Regione con dati da zona gialla

Monitoraggio Covid. Incidenza nuovi casi arriva vicino a quota 100: questa settimana siamo a 98 ogni 100mila abitanti. Stabile a 1,2 l’Rt. Ancora nessuna Regione con dati da zona gialla

19 novembre - È quanto emerge dal report della Cabina di regia relativo alla settimana 8-14 novembre. Incidenza settimanale continua a crescere rispetto ai 78 casi dei sette giorni fa. Rt invece rimane fermo. Per quanto riguarda gli ospedali il tasso di occupazione in terapia intensiva è al 5,3% in aumento rispetto al 4,4% della scorsa settimana. [...]

Covid. La situazione in Europa continua a peggiorare: incidenza media (14 gg) sale a 473,8 casi ogni 100mila abitanti. Ma la situazione in Italia, insieme alla Spagna, è valutata di “bassa preoccupazione”

Covid. La situazione in Europa continua a peggiorare: incidenza media (14 gg) sale a 473,8 casi ogni 100mila abitanti. Ma la situazione in Italia, insieme alla Spagna, è valutata di “bassa preoccupazione”

19 novembre - L’Ecdc ha appena aggiornato il suo report settimanale sull’andamento della pandemia rilevando sei paesi come “estremamente preoccupanti”, 17 paesi come “preoccupanti”, cinque paesi come “moderatamente preoccupanti” e due paesi (Italia e Spagna) come di “bassa preoccupazione”. [...]

Covid. In una settimana altri 120mila italiani si sono vaccinati (prima dose) ma ne restano ancora  6,7 mln non vaccinati. Tra i 12-19 e 40-49 anni la quota maggiore di no vax. Il report del Governo

Covid. In una settimana altri 120mila italiani si sono vaccinati (prima dose) ma ne restano ancora 6,7 mln non vaccinati. Tra i 12-19 e 40-49 anni la quota maggiore di no vax. Il report del Governo

19 novembre - Le fasce d'età rimaste più indietro nella somministrazione della prima dose sono quella dei 12-19 anni (mancano all'appello il 24,67%) che ha però potuto aderire solo dalla scorsa estate alla campagna vaccinale e, soprattutto, quella 40-49 anni (15,74% di non vaccinati) e 30-39 anni (15,26% di non vaccinati). Intanto sono state somministrate 3 milioni di dosi di richiamo e 595mila di dosi addizionali. [...]

A Sorrento per il Congresso Nazionale

A Sorrento per il Congresso Nazionale

96° Congresso Nazionale SIGO - 61° Congresso Nazionale AOGOI - 28° Congresso Nazionale AGUI - 4° Congresso Nazionale AGITE

Manovra. Mattarella firma il ddl Bilancio. Ecco il testo bollinato e le relazioni.  La sintesi di tutte le norme di interesse sanitario e sociale

Manovra. Mattarella firma il ddl Bilancio. Ecco il testo bollinato e le relazioni. La sintesi di tutte le norme di interesse sanitario e sociale

12 novembre - La Ragioneria generale dello Stato ha vidimato il ddl Bilancio 2022 e ora il testo della prima manovra economica del Governo Draghi, firmato giovedì sera da Mattarella, potrà iniziare il suo iter parlamentare. Per la sanità molti gli interventi e gli investimenti a partire dall'aumento del fondo sanitario che potrà contare su 2 miliardi in più l'anno fino al 2024, cui si aggiungono altri 1,850 miliardi per vaccini e farmaci Covid. Poi stabilizzazione dei precari assunti in emergenza, più contratti di specializzazione e nuovo tetto di spesa per la farmaceutica ospedaliera. [...]

Monitoraggio Covid. Peggiora ancora la situazione: Rt sale a 1,21 e incidenza a 78. Ma nessuna Regione rischia ancora il giallo

Monitoraggio Covid. Peggiora ancora la situazione: Rt sale a 1,21 e incidenza a 78. Ma nessuna Regione rischia ancora il giallo

12 novembre - È quanto emerge dal report della Cabina di regia relativo al periodo 1-7 novembre. La scorsa settimana l’incidenza era a 53 e l’Rt a 1,15. Tutte le regioni sono a rischio moderato con il Friuli Venezia Giulia che rischia l’alto. Aumentano ancora i tassi di occupazione dei letti in ospedale ma nessuna Regione supera le soglie per il passaggio in zona gialla. [...]

Covid. In Europa 383,9 nuovi casi ogni 100mila abitanti. Crescono anche ricoveri e morti. Dieci Paesi in una situazione “estremamente preoccupante”. Italia ancora a “bassa preoccupazione”

Covid. In Europa 383,9 nuovi casi ogni 100mila abitanti. Crescono anche ricoveri e morti. Dieci Paesi in una situazione “estremamente preoccupante”. Italia ancora a “bassa preoccupazione”

12 novembre - Pubblicato il nuovo rapporto settimanale di sorveglianza della pandemia dell'Ecdc che mostra una situazione epidemiologica complessiva caratterizzata da un tasso di notifica di casi elevato e in rapido aumento e da un tasso di mortalità basso ma anch'esso in lento aumento. E per le prossime due settimane previsto un ulteriore peggioramento. I paesi con una minore diffusione delle vaccinazioni continuano ad essere i più gravemente colpiti. [...]

Vaccini Covid. Ciclo completo per il 64,8% della popolazione europea. Italia all’8° posto (72,1%  vaccinati)

Vaccini Covid. Ciclo completo per il 64,8% della popolazione europea. Italia all’8° posto (72,1% vaccinati)

12 novembre - Il progresso delle vaccinazioni è ancora diseguale, con quattro Paesi che riportano meno del 50% della piena diffusione della vaccinazione nella popolazione totale (Bulgaria, Croazia, Romania e Slovacchia). Sono 28 i Paesi che consigliano la vaccinazione in gravidanza, per la maggior parte con vaccini mRna dopo il primo trimestre. Tutti e 30 i Paesi raccomandano una dose aggiuntiva per diversi gruppi di popolazione. Cinque i Paesi che hanno introdotto l'obbligo per gli operatori sanitari. [...]

Vaccini Covid. Il Ministero della Salute valuta obbligo della terza dose per tutto il personale sanitario. All’11 novembre l’aveva fatta il 30% degli operatori

Vaccini Covid. Il Ministero della Salute valuta obbligo della terza dose per tutto il personale sanitario. All’11 novembre l’aveva fatta il 30% degli operatori

12 novembre - Il Ministro Speranza ne ha parlato in Cabina di regia avanzando la proposta di estendere l’obbligo del vaccino anti-Covid in vigore per il personale sanitario al momento limitato al ciclo vaccinale a due dosi anche per la somministrazione della terza dose. Ma serve una norma ad hoc che potrebbe essere varata presto dal Governo. [...]

Terza dose. Via libera agli over 40 dal 1 dicembre. La circolare del Ministero

Terza dose. Via libera agli over 40 dal 1 dicembre. La circolare del Ministero

12 novembre - Ferma restando la priorità della vaccinazione dei soggetti ancora in attesa di iniziare/completare il ciclo vaccinale primario, nonché della somministrazione della dose “booster”  alle categorie per le quali è già raccomandata, la circolare apre, a partire dal 1° dicembre 2021, alla somministrazione della dose “booster”, con vaccino a mRna, anche ai soggetti di età compresa tra i 40 e i 59 anni. [...]

menu
menu