Associazione dei Ginecologi Italiani:
ospedalieri, del territorio e liberi professionisti

slider_medici.jpg
topbanner2b.jpg
topbanner3d.jpg

Notiziario

  

2023

Informazioni sulla testata

Direttore editoriale
Carlo Sbiroli

Direttore responsabile
Ester Maragò

Editore
Aogoi © 2023

Responsabile per AOGOI
Carlo Maria Stigliano

Editoriale di apertura

Nasce Aogoi letter. Ogni venerdì sulla tua mail tutte le notizie utili per la tua professione

Siamo lieti di presentarvi il primo numero di Aogoi letter, la newsletter che sarà inviata a tutti i ginecologi italiani con cadenza settimanale. Con questa nuova  iniziativa l’Aogoi si propone di offrire a tutti i colleghi, soci e non, uno strumento informativo agile, capace di raccogliere e soprattutto di selezionare tra la miriade di notizie e di informazioni veicolate ogni giorno dai media quelle di maggior interesse per la nostra professione.

Oltre all’attualità e alla politica sanitaria, Aogoi letter darà ampio spazio alle news di scienza, con focus sulla ginecologia e la salute materno infantile, e cercherà di animare (e possibilmente arricchire), con commenti e interviste ai vari stakeholder, il dibattito sui principali temi della salute femminile.

Ogni venerdì sul vostro computer, Aogoi letter vi terrà aggiornati sulle numerose iniziative organizzate e patrocinate dalla nostra Associazione e sui principali eventi che ruotano intorno al Pianeta Donna, cercando di seguire con occhio attento quanto accade nel panorama della ginecologia italiana e internazionale.

Strada facendo, con il vostro aiuto, cercheremo di dare sempre maggiore visibilità alle numerose iniziative promosse dell’Aogoi, con report e approfondimenti sui nostri congressi regionali, sulle iniziative di formazione e ricerca, sugli studi e le linee guida in ambito ostetrico e ginecologico elaborate sotto l’egida della Fondazione Confalonieri Ragonese, sull’attività del nostro Ufficio Legale Nazionale e sulla rete “Tutela e Prevenzione” in ambito medico legale e assicurativo che la nostra Associazione ha messo in campo con lo “Scudo Giudiziario Aogoi”.

Uno degli obiettivi che ci siamo posti con questa newsletter è quello di stabilire un rapporto più diretto e più agile con i nostri soci e più in generale con la più ampia platea di colleghi e professionisti che si occupano della salute femminile e neonatale. Nel solco di quella cultura multidisciplinare e interprofessionale che ormai connota la professione medica.

Con Aogoi letter, nuovo nato nell’editoria dell’Aogoi, vogliamo sperimentare un nuovo modo di raccontare e di raccontarci. Speriamo di riuscirci, superando indenni le eventuali defaillance della fase di rodaggio.

L’invito che rivolgo a tutti voi è di sfruttare al meglio le potenzialità di questo formidabile canale di informazione. Per farlo, seguiteci e scriveteci. Inviateci i vostri commenti e le vostre analisi per arricchire le nostre rubriche.

 

Il Direttore Editoriale                                                     Il Direttore Responsabile
Carlo Sbiroli                                                                   Cesare Fassari

Il Responsabile per AOGOI
Carlo Maria Stigliano  

 

 

L’agilità mentale delle donne è migliore durante il ciclo mestruale

L’agilità mentale delle donne è migliore durante il ciclo mestruale

7 giugno - Secondo una nuova ricerca dell’University College London e dell’Istituto di Sport, Esercizio e Salute, le donne hanno reagito più rapidamente e commesso meno errori durante le mestruazioni, nonostante credessero che le loro prestazioni sarebbero state peggiori. Lo studio, pubblicato su Neuropsychologia, è il primo a valutare la cognizione legata allo sport durante il ciclo. [...]

Mortalità in calo in Italia (-40mila nel 2021) ma ancora più alta rispetto ai livelli pre-pandemia; cresce il gap tra sessi. I dati Istat

Mortalità in calo in Italia (-40mila nel 2021) ma ancora più alta rispetto ai livelli pre-pandemia; cresce il gap tra sessi. I dati Istat

7 giungo - Il report dell’Istat conta nel 2021, in Italia, 706.969 decessi, quasi 40mila in meno rispetto al 2020, ma +110mila se si considera la media del 2018 e 2019. Eccesso associato principalmente al Covid-19. Nel 2021, infatti, si riduce la mortalità per le principali cause., mentre aumentano incidenti, suicidi e cadute mortali tra gli anziani. Per gli uomini livelli di mortalità 1,51 volte maggiori delle donne. Italia tra i paesi a bassa mortalità nel contesto Ue27. [...]

Aborto. In Gran Bretagna record di oltre 250.000 IVG nel 2022, +17% in un anno. Le associazioni: “Colpa dell'aumento del costo della vita”

Aborto. In Gran Bretagna record di oltre 250.000 IVG nel 2022, +17% in un anno. Le associazioni: “Colpa dell'aumento del costo della vita”

31 maggio - Per fare un confronto con il nostro Paese, nel 2021 (ultimo anno per cui sono disponibili i dati della Relazionale al Parlamento sulla legge 194/78), in Italia sono state effettuate 63.653 IVG, pari a una riduzione del 72,9% rispetto al numero assoluto di interventi effettuati nel 1982, anno di massima incidenza del fenomeno in cui ne furono notificati 234.801. [...]

È online il numero 3 della Rivista GYNECO AOGOI

È online il numero 3 della Rivista GYNECO AOGOI

31 maggio  - In primo piano la nuova Linea Guida sul “Trattamento del prolasso degli organi pelvici nella donna”. Prosegue la pubblicazione dello speciale redatto da Carlo Sbiroli, sull’Intelligenza artificiale. [...]

Ciclo mestruale. Si abbassa l’età del menarca

Ciclo mestruale. Si abbassa l’età del menarca

31 maggio - Un ampio studio condotto negli USA ha fatto emergere come, tra le ultime generazioni, si sia abbassata l’età del menarca. Se tra le nate negli anni compresi tra il 1950 e il 1969  l’età media di comparsa della prima mestruazione era di 12,5 anni, tra le nate dopo l’anno 2000 questa è scesa a 11,9 anni. [...]

Contraccezione. Su Science descritto approccio promettente per sviluppare una pillola anticoncezionale per gli uomini

Contraccezione. Su Science descritto approccio promettente per sviluppare una pillola anticoncezionale per gli uomini

31 maggio - Il sistema per la contraccezione reversibile non ormonale mira a inibire la proteina STK33, necessaria per la fertilità sia negli uomini che nei topi. Precedenti ricerche hanno dimostrato che STK33 è presente nei testicoli ed è necessaria per la formazione di spermatozoi funzionali. I risultati raccolti dai ricercatori del Baylor College of Medicine. [...]

Disuguaglianze nella cura del cancro ovarico: revisione sistematica

Disuguaglianze nella cura del cancro ovarico: revisione sistematica

31 maggio - Un gruppo di ricercatori ha vagliato la letteratura per individuare pubblicazioni focalizzate sulle eventuali associazioni tra situazioni socioeconomiche, trattamenti ricevuti e ritardo del servizio ospedaliero, nelle pazienti con diagnosi di tumore ovarico del Regno Unito. [...]

“In Italia fuma un adulto su 4, ma tra i giovani il 30% usa almeno uno tra sigaretta, tabacco riscaldato o e-cig e raddoppia il policonsumo”. I nuovi dati dell’Istituto superiore di Sanità

“In Italia fuma un adulto su 4, ma tra i giovani il 30% usa almeno uno tra sigaretta, tabacco riscaldato o e-cig e raddoppia il policonsumo”. I nuovi dati dell’Istituto superiore di Sanità

31 maggio - Il presidente Bellantone: “Negli ultimi 15 anni la percentuale di fumatori si è ridotta, ma troppo lentamente.  Erano il 30% nel 2008, adesso si attestano al 24% Questo processo va accelerato puntando sulla prevenzione, che deve partire dalle scuole. Sono infatti proprio le scuole uno dei luoghi principali in cui costruire una socialità tra i bambini e ragazzi che punti a promuovere stili di vita sani, come l’abitudine a non fumare”. [...]

Mpox. Dall’Oms un nuovo quadro strategico per migliorarne la prevenzione e il controllo

Mpox. Dall’Oms un nuovo quadro strategico per migliorarne la prevenzione e il controllo

31 maggio - Si sollecitano sforzi di integrazione di tutti i programmi sanitari, compresa la sorveglianza epidemiologica delle malattie; servizi per la salute sessuale, comunicazione del rischio e coinvolgimento della comunità; così come l’assistenza sanitaria di base, l’immunizzazione e altri servizi clinici. [...]

Morbillo. In Europa 56.634 casi e 4 morti durante i primi 3 mesi del 2024. Unicef/Oms: destinati ad aumentare e a superare il totale del 2023

Morbillo. In Europa 56.634 casi e 4 morti durante i primi 3 mesi del 2024. Unicef/Oms: destinati ad aumentare e a superare il totale del 2023

31 maggio - Quasi la metà dei casi segnalati nel 2023 si è verificata tra i bambini di età inferiore ai cinque anni. Tra i bambini sotto i 5 anni che hanno contratto il morbillo nel 2023, più di tre quarti non aveva ricevuto alcuna dose di vaccinazione per il morbillo. Nel 2023, ci sono stati oltre 300mila casi di morbillo nel mondo. [...]

Morbillo. Continua l’aumento dei casi nel 2024. Da inizio anno sono 399. Il nuovo bollettino Iss

Morbillo. Continua l’aumento dei casi nel 2024. Da inizio anno sono 399. Il nuovo bollettino Iss

24 maggio - Ad aprile notificati 145 casi un numero in aumento sia rispetto ai casi registrati a marzo (127), sia a quelli di aprile 2023 (1). “La maggior parte si è verificata in persone non vaccinate. Circa tre quarti dei casi segnalati nei primi quattro mesi dell’anno sono adolescenti e adulti: questi dati suggeriscono che sono presenti ampie quote di persone suscettibili in queste fasce di età”. [...]

Trend in crescita per le infezioni trasmesse sessualmente. Ancora aperte le sfide contro Hiv ed Epatite. Il rapporto Oms

Trend in crescita per le infezioni trasmesse sessualmente. Ancora aperte le sfide contro Hiv ed Epatite. Il rapporto Oms

24 maggio - Sifilide, gonorrea, clamidia e tricomoniasi registrano oltre 1 milione di infezioni al giorno nel mondo. “Sebbene gli ambiziosi obiettivi fissati dagli Stati membri per il 2025 e il 2030 stiano contribuendo a promuovere il progresso, i miglioramenti sono discontinui in tutte le aree”. Ist, Hiv ed Epatite continuano a rappresentare sfide significative per la salute pubblica con 2,5 milioni di morti ogni anno. [...]

Aspettativa di vita. Oms: “Il Covid ha cancellato un decennio di progressi a livello globale”

Aspettativa di vita. Oms: “Il Covid ha cancellato un decennio di progressi a livello globale”

24 maggio - La pandemia ha cancellato in soli due anni quasi un decennio di progressi nel miglioramento dell’aspettativa di vita. Tra il 2019 e il 2021, l’aspettativa di vita globale è scesa di 1,8 anni, attestandosi a 71,4 anni (tornando al livello del 2012). Allo stesso modo, l’aspettativa di vita sana globale è scesa di 1,5 anni arrivando a 61,9 anni nel 2021 (tornando al livello del 2012). Le regioni dell’Oms per le Americhe e il Sud-Est asiatico sono state le più colpite. [...]

Osteoporosi. Sostanza prodotta naturalmente dall’organismo favorisce la formazione ossea

Osteoporosi. Sostanza prodotta naturalmente dall’organismo favorisce la formazione ossea

24 maggio - Il peptide Pepitem (peptide inhibitor of trans-endothelial migration), prodotto dall’organismo, potrebbe diventare una promettente nuova terapia contro l’osteoporosi e altre patologie che comportano perdita ossea. [...]

Long Covid. Studio ISS: raddoppia il rischio di ricovero, 4700 morti per questa condizione

Long Covid. Studio ISS: raddoppia il rischio di ricovero, 4700 morti per questa condizione

24 maggio - Fino al 45% di chi sopravvive a un’infezione da Sars-CoV-2 ha esperienza di almeno un sintomo non risolto dopo 4 mesi, con una prevalenza più alta in chi è stato ricoverato. Se ne parlerà al convegno conclusivo del progetto del Ministero della Salute coordinato dall’ISS “Analisi e strategie di risposta agli effetti a lungo termine dell’infezione COVID-19 (Long-Covid)”. [...]

Pronto soccorso. Potenziamento medicina del territorio, più posti letto, riduzione liste d’attesa e investimenti sul personale. Le conclusioni dell’indagine conoscitiva in Affari Sociali

Pronto soccorso. Potenziamento medicina del territorio, più posti letto, riduzione liste d’attesa e investimenti sul personale. Le conclusioni dell’indagine conoscitiva in Affari Sociali

24 maggio - Il tema dell’emergenza-urgenza non può essere separato da quello della riforma complessiva del sistema. Volendo continuare a garantirne la sostenibilità, si deve intervenire non su un solo fattore ma su più aspetti interconnessi, alcuni interni, altri esterni al sistema dell’emergenza-urgenza. Se, da un lato, occorrono maggiori investimenti, dall’altro sembra necessario agire sul piano dei modelli organizzativi. Le azioni devono essere finalizzate a orientare meglio la domanda di salute e a rendere più snelle e veloci le fasi nel sistema di emergenza-urgenza. [...]

Nelle città del Sud gli esiti peggiori per mortalità evitabile, decessi per patologie respiratorie, dell’apparato circolatorio e tumori. I dati Istat

Nelle città del Sud gli esiti peggiori per mortalità evitabile, decessi per patologie respiratorie, dell’apparato circolatorio e tumori. I dati Istat

24 maggio - Male anche la mobilità. Quella ospedaliera passiva extra-regione nel 2021: dalla città metropolitana di Reggio Calabria si sposta quasi un paziente su quattro e da quella di Genova quasi uno su 10. La mortalità per malattie del sistema circolatorio 0-74 anni, nel 2021, è più alta a Messina e Napoli. A Napoli anche i valori più alti di decessi per patologie dell'apparato respiratorio. Sempre il capoluogo campano fa segnare i dati peggiori per mortalità evitabile (27,1 per 10mila nel 2021), seguita da Messina e Palermo (circa 23 ogni 10mila). [...]

Disforia di genere. Istituito il tavolo tecnico di approfondimento in materia di trattamento con 29 membri fra esperti e istituzioni

Disforia di genere. Istituito il tavolo tecnico di approfondimento in materia di trattamento con 29 membri fra esperti e istituzioni

17 maggio -  Firmato il decreto ministeriale firmato del ministro della Salute Orazio Schillaci, e per la Famiglia, la natalità e le pari opportunità, Eugenia Roccella, con il fine di avviare “una ricognizione delle modalità di trattamento di tale condizione nel territorio nazionale”. [...]

Morti evitabili. Al Sud dati sopra la media nazionale. Fenomeno particolarmente elevato a Napoli. Nuovo record negativo per le nascite: nel 2023 nati appena 379 mila bambini. Il rapporto Istat

Morti evitabili. Al Sud dati sopra la media nazionale. Fenomeno particolarmente elevato a Napoli. Nuovo record negativo per le nascite: nel 2023 nati appena 379 mila bambini. Il rapporto Istat

17 maggio - Nel 2021 l’incidenza standardizzata di morti evitabili nel meridione è superiore alla media nazionale (20,4 contro 19,2 ogni 10 mila abitanti); a eccezione di quella di Cagliari, tutte le altre Città metropolitane del Sud e delle Isole hanno fatto registrare valori della mortalità evitabile superiori all’insieme in esame. Tra i più giovani si è osservato un peggioramento nella sfera della salute mentale e una propensione ad adottare stili di vita che possono compromettere la loro salute. [...]

Personale Ssn. Cresce occupazione stabile e numero delle unità. I dati del Conto annuale

Personale Ssn. Cresce occupazione stabile e numero delle unità. I dati del Conto annuale

17 maggio - Cresce il numero del personale del Servizio sanitario nazionale nel 2022 che aumenta rispetto al 2021 di 11.218 unità (+1,7%). Salgono anche i guadagni: in media 543,71 euro in più (+1,5%, ma molti contratti sono ancora da rinnovare rispetto agli anni successivi). In salite anche il personale “stabilizzato”: i lavori flessibili calano di -4.662 unità. [...]

Aspettativa di vita. Lancet: aumenterà di quasi 5 anni entro il 2050 nonostante le minacce geopolitiche, metaboliche e ambientali

Aspettativa di vita. Lancet: aumenterà di quasi 5 anni entro il 2050 nonostante le minacce geopolitiche, metaboliche e ambientali

17 maggio - Secondo gli ultimi risultati del Global Burden of Disease Study (GBD) 2021 dell’Institute for Health Metrics and Evaluation, anche se le disuguaglianze sanitarie tra le regioni a reddito più alto e quelle a reddito più basso rimarranno, i divari si stanno riducendo, con i maggiori aumenti nell’aspettativa di vita che sono previsti nell’Africa sub-sahariana. [...]

Demografia Ue. Eurostat: in 20 anni +4% popolazione europea, oggi 448,8 milioni. Italia ha l'età media più alta (48,4 anni), tasso di natalità e fertilità fra i più bassi

Demografia Ue. Eurostat: in 20 anni +4% popolazione europea, oggi 448,8 milioni. Italia ha l'età media più alta (48,4 anni), tasso di natalità e fertilità fra i più bassi

17 maggio - Aumenta anche l’età media in cui le donne diventano madri per la prima volta: nel 2013 era di 28,8 anni, oggi è 29,7 nel 2022. Si è registrato un aumento di questa età media in tutti i paesi dell’UE, ma gli aumenti più elevati si sono verificati in Estonia (4,1 anni) e Lituania (3,9), mentre l’aumento più basso si è verificato in Francia (1 anno). E le primipare più anziane sono in Italia (31,7 anni) e Spagna (31,6). [...]

Vaccinazione Covid. Il report Ecdc conferma il flop della campagna vaccinale italiana che si ferma al quindicesimo posto con il 15,8% delle coperture nella fascia più a rischio degli over 80

Vaccinazione Covid. Il report Ecdc conferma il flop della campagna vaccinale italiana che si ferma al quindicesimo posto con il 15,8% delle coperture nella fascia più a rischio degli over 80

17 maggio - Tra i 27 paesi dichiaranti, sei hanno segnalato una copertura vaccinale ≥50% per la fascia di età 60 anni e oltre, mentre nove hanno segnalato una copertura vaccinale ≥50% per la fascia di età 80 anni e oltre. Per quanto riguarda la copertura della fascia di età compresa tra i 60 e i 69 anni l’Italia ha raggiunto solo il 6% della popolazione spaziandosi al quindicesimo posto insieme a Cipro. Nella fascia 70-79 anni, invece, l’Italia con l’11,6% risulta al sedicesimo posto insieme alla Grecia. Quasi nessun Paese riporta i dati per operatori sanitari e donne incinte. [...]

L’Oms aggiorna l’elenco dei batteri resistenti ai farmaci. I più pericolosi per la salute umana

L’Oms aggiorna l’elenco dei batteri resistenti ai farmaci. I più pericolosi per la salute umana

17 maggio - Rimosse 5 combinazioni e aggiunte 4 nuove combinazioni di patogeni resistenti agli antibiotici. Tra le novità, l’infezione da Pseudomonas aeruginosa resistente ai carbapenemi: è passata da priorità critica ad alta. Mentre gli streptococchi di gruppo A e B sono stati inseriti nei patogeni a media priorità. [...]

Stati generali natalità. Papa Francesco: “Promuoverla con realismo, lungimiranza e coraggio”

Stati generali natalità. Papa Francesco: “Promuoverla con realismo, lungimiranza e coraggio”

10 maggio - “Realismo: in passato, non sono mancati studi e teorie che mettevano in guardia sul numero degli abitanti della Terra, ma alla base dell’inquinamento e della fame nel mondo non ci sono i bambini che nascono, ma le scelte di un materialismo sfrenato. Lungimiranza: c’è bisogno di un impegno maggiore da parte dei governi perché le giovani generazioni vengano messe nelle condizioni di poter realizzare i propri legittimi sogni. Coraggio: giovani non arrendetevi, abbiate fiducia”. [...]

Pma. In GU le nuove linee guida sulla legge 40. Sì all’impianto dell’embrione anche dopo separazione o morte del partner

Pma. In GU le nuove linee guida sulla legge 40. Sì all’impianto dell’embrione anche dopo separazione o morte del partner

10 maggio - Il testo licenziato dal ministero della Salute entra ora in vigore con il recepimento delle novità scientifiche, tecniche e normative relative alla Procreazione medialmente assistita, con l'obiettivo di “fornire chiare indicazioni agli operatori delle strutture autorizzate all’applicazione delle tecniche di PMA affinché sia assicurato il pieno rispetto di quanto dettato dalla legge”. [...]

Natalità. Vaia: “Rafforzare politiche maternità ha ripercussioni positive su salute comunità”

Natalità. Vaia: “Rafforzare politiche maternità ha ripercussioni positive su salute comunità”

10 maggio - Il Dg della Prevenzione del Ministero: “Questa scelta non deve più confliggere con quella altrettanto giusta della realizzazione professionale”. [...]

Vaccinazioni Hpv. Crescono coperture nel 2022 ma target Oms ancora lontano. I numeri del Ministero della Salute

Vaccinazioni Hpv. Crescono coperture nel 2022 ma target Oms ancora lontano. I numeri del Ministero della Salute

10 maggio - Il valore di copertura vaccinale nazionale per HPV (per ciclo completo) nelle ragazze nella coorte più giovane (2010), che compivano 12 anni nell’anno di rilevazione, è al 38,78%, mentre quello della coorte 2009 (compimento 13 anni nell’anno di rilevazione) è al 56,18%. Rispetto alla rilevazione del 2021, sulle stesse fasce di età, si osserva un incremento, pari al 6,56%, per le ragazze che compivano 12 anni nell’anno di rilevazione, e un aumento del 2,88% per le ragazze che compivano 13 anni nell’anno di rilevazione. [...]

Responsabilità professionale. Modifica codice penale e penali per lite temeraria. Le possibili novità della commissione D’Ippolito

Responsabilità professionale. Modifica codice penale e penali per lite temeraria. Le possibili novità della commissione D’Ippolito

10 maggio - Ma anche possibilità di archiviazione da parte del giudice prima del procedimento e consulenti tecnici a rotazione e con tempistiche definite per le perizie. Questi alcuni dei punti a cui è giunta la commissione per studiare e l’approfondire problematiche relative alla colpa professionale medica, presieduta dal Magistrato Adelchi D'Ippolito. [...]

Morbillo. Report Ecdc: a marzo Italia fra Paesi con il numero più alto di casi (109). Stagnanti le percentuali di copertura vaccinale

Morbillo. Report Ecdc: a marzo Italia fra Paesi con il numero più alto di casi (109). Stagnanti le percentuali di copertura vaccinale

10 maggio - Dal 1 aprile 2023 al 31 marzo 2024, 30 Stati membri dell’UE/SEE hanno segnalato un totale di 6.319 casi di morbillo. Sempre negli ultimi 12 mesi, dei 6.319 casi con età nota, 2.901 (45,9%) riguardavano bambini sotto i cinque anni e 1.587 (25,1%) casi avevano un’età pari o superiore a 15 anni. [...]

Nel 2022-2023 in Italia circa 430 mila persone ricoverate hanno contratto un’infezione ospedaliera (8,2%), un dato superiore alla media Ue (6,5%). L’analisi dell’Ecdc

Nel 2022-2023 in Italia circa 430 mila persone ricoverate hanno contratto un’infezione ospedaliera (8,2%), un dato superiore alla media Ue (6,5%). L’analisi dell’Ecdc

10 maggio - Riguardo le infezioni ospedaliere l’Italia fa registrare il secondo peggior risultato del continente dopo il Portogallo (8,9%). Quanto all’uso di antibiotici, la stima di utilizzo ospedaliera in Italia è del 44,7%, anche in questo caso il dato è al di sopra della media europea che si ferma a 33,7%. La direttrice Ecdc, Andrea Ammon: "Le infezioni associate all’assistenza sanitaria rappresentano una sfida significativa per la sicurezza dei pazienti negli ospedali di tutta Europa. Questi numeri recenti evidenziano l’urgente necessità di ulteriori azioni per mitigare questa minaccia". [...]

Nel 2021 cancro principale causa di morte tra gli under 65. Mentre per i più anziani sono state le malattie circolatorie. I dati Eurostat

Nel 2021 cancro principale causa di morte tra gli under 65. Mentre per i più anziani sono state le malattie circolatorie. I dati Eurostat

10 maggio - Tra gli under 65 il cancro era la causa di morte più frequente, rappresentando 3 decessi su 10 (30,6%) in questa fascia di età; le malattie del sistema circolatorio sono state la seconda causa di morte più frequente (19,6% del totale). Per gli over 65, poco più di un terzo (34,7%) di tutti i decessi è stato causato da malattie del sistema circolatorio. La seconda causa di morte più frequente tra gli anziani è il cancro, che rappresenta un quinto (20,0%) di tutti i decessi. La terza causa di morte più comune tra gli anziani è stata la Covid-19. [...]

Liste d’attesa. In arrivo il decreto Schillaci. Dal monitoraggio delle criticità all’appropriatezza prescrittiva. Ecco cosa bolle in pentola

Liste d’attesa. In arrivo il decreto Schillaci. Dal monitoraggio delle criticità all’appropriatezza prescrittiva. Ecco cosa bolle in pentola

3 maggio - Obiettivo tagliare il 20% delle prescrizioni che sono ritenute non appropriate. Il Ministro: “Entro 15 giorni presenteremo il provvedimento. Oggi in Italia si fanno tanti, troppi esami medici. Vogliamo migliorare l’appropriatezza prescrittiva. Abbiamo la preziosa collaborazione dell’Istituto superiore di Sanità per mettere a punto finalmente delle linee guida che siano univoche su tutto il territorio nazionale, che diano certezza ai medici che prescrivono gli esami senza rischiare nulla”. [...]

Fentanyl. Sale l’allerta in Italia, identificato in eroina da strada. Ministero a Regioni: “Informare dei rischi derivanti dall’assunzione”

Fentanyl. Sale l’allerta in Italia, identificato in eroina da strada. Ministero a Regioni: “Informare dei rischi derivanti dall’assunzione”

3 maggio - La nota si è resa necessaria dopo “l’identificazione di Fentanyl in eroina da strada a Perugia”. La Salute: “Informare le persone che fanno uso di sostanze dei gravissimi rischi per la salute derivanti dall’assunzione di Fentanyl”. [...]

Fentanyl. Iss: 100 volte più potente e più tossico della morfina. E non è la “droga degli zombie”

Fentanyl. Iss: 100 volte più potente e più tossico della morfina. E non è la “droga degli zombie”

3 maggio - L’allerta di terzo grado (alert di terzo grado) è una comunicazione di massima urgenza che viene mandata a tutti gli operatori che hanno a che fare con i consumatori di sostanze d’abuso. Nei destinatari di questa comunicazione ci sono: tossicologie forensi, forze di Polizia, il Ministero della Salute, l’Aifa, gli assessorati regionali alla Salute, i Pronto Soccorso, gli Ospedali. [...]

menu
menu